Corso di Laurea Triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche

Descrizione
Status professionale conferito dal titolo.
Il laureato potrà accedere alla professione di Specialista in Scienze e Tecniche Psicologiche
Potrà inoltre accedere alla Laurea Magistrale in Psicologia ed eventualmente, in seguito al diploma di laurea Magistrale alla formazione post laurea.
Il Corso di Laurea consente l’acquisizione di alcune competenze professionali utili per una circoscritta operatività come suggerito dall’Ordine degli Psicologi, sotto la direzione di uno psicologo Senior nei seguenti contesti: istituzioni, aziende e organizzazioni sociali pubbliche e private, scuole di ogni ordine e grado.

Caratteristiche prova finale.
La prova finale consiste nella preparazione di un elaborato scritto o di una ricerca di tipo tecnico-applicativo (nelle discipline che lo consentono), su un argomento concordato con un docente responsabile di uno degli insegnamenti presenti nel piano di studi del candidatoe nella successiva discussione di fronte a una commissione di professori nominata dal Preside. Al momento dell’assegnazione della tesi il relatore indica una bibliografia essenziale che il laureando, col suo assenso, può integrare. Il lavoro si svolge sotto la guida del relatore, che ne verifica lo stato di avanzamento e comunica al candidato il parere positivo finale.
Il contenuto dell’elaborato scritto potrà avere ad oggetto una delle seguenti tipologie di riferimento:
– approfondimento metodologico connesso a un insegnamento o ad altra attività didattica;
– elaborazione di un caso di studio;
– presentazione della rielaborazione di un’esperienza di tirocinio;
– eventuale altra modalità che sarà specificata in sede di regolamento del corso di studio.
Nella valutazione della prova finale sarà presa in considerazione, oltre alla qualità del lavoro svolto, la capacità di sintesi e la qualità della presentazione in forma orale e scritta delle attività svolte.

Titolo di studio rilasciato.
Al termine del percorso di studi lo studente consegue il titolo di Laurea in Scienze e tecniche psicologiche. Il titolo conseguito appartiene al primo ciclo della formazione universitaria, ha valore legale, consente la qualificazione di dottore e la possibilità di effettuare l’esame di stato per l’accesso all’albo B degli psicologi.

Obiettivi formativi specifici.
La formazione del laureato in Scienze e Tecniche Psicologiche è finalizzata all’acquisizione di conoscenze teorico-metodologiche inerenti le discipline psicologiche, tra cui quelle relative ai processi cognitivi e alle loro basi neurali, quelle psicosociali e dello sviluppo, quelle provenienti dalle discipline umanistiche delle scienze umane e dell’educazione, quelle cliniche e quelle di metodologia della ricerca.
Specifica attenzione verrà inoltre accordata all’acquisizione di strumenti tecnico-professionali indispensabili per l’inserimento nel mondo del lavoro. Infatti i laureati potranno svolgere attività professionali in contesti differenti, tra cui quelli psicosociali, della formazione, ergonomici, della valutazione psicodiagnostica,della gestione delle risorse umane, dell’assistenza e della promozione della salute, in strutture pubbliche e private, nelle imprese e nelle organizzazioni del terzo settore.
Gli obiettivi formativi specifici del curriculum intendono costituire un profilo professionale in grado di operare in ambito scolastico,del lavoro e delle organizzazioni, clinico e di comunità. Per questo motivo il laureato in Scienze e Tecniche Psicologiche deve essere in grado di:
– utilizzare tecniche di diagnosi, di analisi e di intervento nei processi di sviluppo, di empowerment cognitivo e di socializzazione di individui e di gruppi, all’interno di organizzazioni scolastiche, professionali ed educative;
– saper utilizzare tecniche relative alla identificazione, alla misurazione quantitativa e qualitativa e alla trattazione di problemi nelle seguenti aree: sviluppo cognitivo, emotivo e sociale dei bambini; difficoltà di apprendimento e di socializzazione; dinamiche di gruppo nelle organizzazioni;
– applicare tecniche di diagnosi, di intervento e di ricerca-azione relativamente al comportamento di individui e dei gruppi nelle organizzazioni e nelle istituzioni;
– operare nelle seguenti aree di attività: gestione delle risorse umane; analisi e empowerment in ambito professionale; analisi del funzionamento organizzativo;
– analisi e progettazione di interventi rivolte a individui, coppie, famiglie e gruppi in situazioni di difficoltà nella sfera cognitiva, affettiva e psicosociale;
– collaborazione con altri operatori con diversa o simile formazione professionale.

Corso di Laurea Triennale in Scienze della Comunicazione – Indirizzo Digital Marketing

Il Corso

Il percorso di studi in Digital Marketing mira a fornire una preparazione di base multidisciplinare finalizzata alla comprensione, all’analisi e all’utilizzo degli strumenti della comunicazione moderna in tutte le sue dimensioni: pubblicità, marketing, comunicazione d’impresa, e-commerce, ecc.

L’obiettivo è favorire in particolare lo sviluppo di competenze legate al marketing digitale e al
mondo dei social media.

Obiettivi

Al termine del percorso di studi lo studente avrà acquisito:
› competenze di base sulla comunicazione e sull’interpretazione dei processi comunicativi dal punto di vista socio-antropologico, storico-filosofico e sociologico;
› capacità di affrontare le innovazioni giuridiche, organizzative ed economiche determinate dallo
sviluppo e dalla diffusione dei fenomeni comunicativi;
› competenze metodologiche per la valutazione e l’intervento sui processi della comunicazione,
attraverso discipline informatiche e relative ai mass media;
› competenze linguistiche per l’analisi, la gestione e la produzione di testi, in particolare la capacità di
utilizzare efficacemente la lingua italiana, con speciale attenzione ai testi prodotti per il web;
› padronanza di due lingue straniere (inglese e spagnolo) per lo scambio di informazioni scritte e orali
nei settori di specifica competenza.

Didattica

Il percorso di studi si struttura su tre anni: il primo anno è caratterizzato dalla presenza di discipline sociologiche,informatiche, semiotiche, affiancate da insegnamenti metodologici ed economico-organizzativi; il secondo anno introduce insegnamenti di marketing digitale e
di diritto, rafforzando al contempo l’area sociologica e metodologica; il terzo anno prevede materie filosofiche e semiotiche, con marcata attenzione ai linguaggi della comunicazione e ai processi di mutamento sociale generati dai nuovi media.
Viene offerta allo studente la possibilità di individuare alcuni esami a scelta. Sono altresì previsti tirocini formativi edi orientamento.

Sbocchi Occupazionali e Professionali

Gli sbocchi professionali previsti per il laureato in Digital Marketing riguardano ruoli qualificati in istituzioni ed enti, pubblici o privati, attivi nel sociale, nel mondo della cultura e della comunicazione e, in particolare, nel mondo dell’informazione. In questi settori professionali, il laureato
potrà agire con competenza nell’ambito delle pubbliche relazioni, della pubblicità e delle attività promozionali, nella gestione degli uffici di relazione con il pubblico, negli uffici stampa, nelle redazioni editoriali, nell’organizzazione aziendale e, soprattutto, nella gestione dei processi di comunicazione digitale e multimediale. Ambiti privilegiati di impiego saranno quelli in cui è previsto l’uso di tecniche
di marketing digitale e la conoscenza delle implicazioni culturali e operative dei social media

Corso di Laurea Triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione L-19

Descrizione

Obiettivi

Il corso di Laurea in Scienze dell’educazione e della Formazione ha come obiettivi specifici quelli di: far acquisire al laureato una solida cultura di base nelle scienze della formazione, sviluppando competenze pedagogiche, metodologiche, comunicativo-relazionali e organizzative per progettare, realizzare, gestire e valutare interventi, processi e servizi nell’ambito della formazione e dell’educazione; far acquisire conoscenze trasversali nelle discipline filosofiche, sociologiche, psicologiche, storiche, giuridiche, geografiche ed economiche con cui leggere e valutare il mutamento della realtà socio-culturale, prestando una particolare attenzione alle nuove esigenze educative del territorio.

Modalità di accesso al corso

Il Corso è ad accesso libero senza test di ammissione, è possibile iscriversi in qualsiasi momento dell’anno. L’Ateneo garantisce allo studente iscritto un servizio di valutazione delle competenze in ingresso, attraverso un test orientativo non selettivo (che può essere svolto anche dopo l’immatricolazione) il cui fine è quello di consentire all’Ateneo di predisporre di idonei percorsi di approfondimento e ripristino delle competenze di base, unitamente a percorsi guidati di inserimento (o reinserimento) nel mondo universitario, con lo scopo di consentire allo studente di affrontare adeguatamente il Corso aumentandone le possibilità di successo.

Modalità d’esame

La verifica degli obiettivi formativi si basa sulle prove di accertamento, intermedie e finali, scritte e/o orali, degli insegnamenti e delle attività integrative nei quali si articola il piano di studi . Gli esami finali di accertamento degli esiti di apprendimento degli studenti e la discussione del lavoro di TESI sono svolti in PRESENZA DELLO STUDENTE davanti alla commissione costituita secondo la normativa vigente in materia. Esame di laurea L’esame di Laurea consiste nella stesura e discussione di un elaborato scritto o di un progetto o di una relazione tecnica sulle attività di tirocinio.

Sbocchi occupazionali

Sbocchi occupazionali previsti dal corso di laurea sono in attività di educatore e animatore socio-educativo nelle strutture pubbliche e private che gestiscono e/o erogano servizi sociali e socio-sanitari (residenziali, domiciliari, territoriali) previsti dalla legge 328/2000; servizi culturali, ricreativi, sportivi (centri di aggregazione giovanile, mediateche, ludoteche, musei, ecc.) nonché servizi di educazione ambientale (parchi, ecomusei, agenzie per l’ambiente, ecc.).

Sbocchi occupazionali sono anche in attività professionali come formatore, istruttore o tutor nei servizi di formazione professionale e continua, pubblici, privati e del privato sociale, nelle imprese e nelle associazioni di categoria; come educatori nei nidi e nelle comunità infantili, nei servizi di sostegno alla genitorialità, nelle strutture prescolastiche, scolastiche ed extrascolastiche, e nei servizi educativi per l’infanzia e per la preadolescenza.

Il corso prepara alla professione di:

  • Insegnanti nella formazione professionale – (3.4.2.2.0)
  • Tecnici del reinserimento e dell’integrazione sociale – (3.4.5.2.0)

Corso di Laurea Triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione

Descrizione

Il Corso di Laurea Triennale Online in Scienze dell’Educazione e della Formazione è finalizzato all’acquisizione di conoscenze fondamentali e di competenze metodologiche inerenti ai saperi pedagogici e metodologico-didattici completati da conoscenze e competenze di base opportunamente articolate e diversificate negli ambiti filosofico, psicologico, sociologico, antropologico, dirette ad una comprensione generale delle questioni educative, colte sotto i punti di vista teorico e metodologico-operativo.
Risultano particolarmente importanti le competenze metodologiche relative alla progettazione educativa e articolate in idoneo possesso di strumenti per l’analisi delle situazioni educative colte sotto i vari profili sociali, geografico-territoriali, culturali e psicologici. Appaiono altresì rilevanti le conoscenze teoriche e competenze metodologiche relative all’intervento educativo e formativo, riferito anche alla dimensione dell’insegnamento/apprendimento, nelle diverse fasi evolutive dell’individuo, opportunamente integrate da abilità di risoluzione di problemi educativi e formativi specifici ai diversi servizi socio-educativi e ai diversi soggetti, anche in relazione all’integrazione dei disabili.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso di Laurea in Scienze dell’educazione e della formazione si propone di fornire conoscenze e di sviluppare abilità e competenze nei fondamentali ambiti di studio e di ricerca educativi, in una prospettiva sia teorica che applicativa, con approccio largamente interdisciplinare. Il Corso di laurea si articola nel triennio in un curricolo centrato su obiettivi di tipo metodologico e generale nelle scienze dell’educazione, orientato anche all’insegnamento delle Scienze umane nella scuola secondaria superiore.
Le competenze specifiche previste dal corso verranno accertate utilizzando metodologie valutative varie e adeguate alle conoscenze e abilità da certificare, comprese le competenze trasversali che costituiscono parte integrante del profilo in uscita. Sono previste attività di tirocinio, anche con soggiorni all’estero, per una presa di contatto con il territorio e con contesti lavorativi in cui siano richieste competenze professionali di tipo educativo/formativo da mettere in pratica sotto la guida di tutori che ne verifichino la padronanza operativa.
Il curricolo triennale si propone di far acquisire conoscenze e competenze nelle scienze dell’educazione che consentano l’analisi di problematiche educative e la gestione di interventi in questo settore, con insegnamenti centrati sui fondamenti epistemologici e storici delle discipline di base e caratterizzanti e sui nuclei di riflessione cruciali dei diversi settori di indagine che le costituiscono; particolare attenzione è data alla contestualizzazione dei fenomeni educativi, privilegiando la riflessione sulla diversità e specificità dei processi, dei protagonisti e della domanda formativa, anche in senso progettuale ed operativo; inoltre, lo studente, seguendo questo curricolo, ha la possibilità di acquisire i crediti necessari per accedere alla specializzazione per l’insegnamento secondario superiore delle Scienze umane.

 

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

I laureati oltre che aver acquisito i crediti necessari per l’accesso alla specializzazione per l’insegnamento della filosofia, delle scienze dell’educazione, della psicologia e della storia nella scuola secondaria, potranno trovare occupazione nei settori professionali in cui siano previste competenze in ambito educativo e di intervento a supporto dei processi formativi, con particolare riferimento alle istituzioni, agli enti e alle cooperative che operano in rete con la scuola in progetti didattici mirati; le competenze acquisite potranno venire utilizzate anche nella divulgazione e comunicazione didattica e formativa, nell’industria che opera nella produzione di strumenti didattici, e nei servizi bibliotecari.

I laureati potranno svolgere attività di operatori nei servizi culturali, nelle strutture scolastiche ed educative, in altre attività territoriali connesse anche al terzo settore. Potranno altresì operare come docenti, formatori, istruttori o tutor nelle imprese, nei servizi, nelle scuole, nei centri di formazione e nelle pubbliche amministrazioni. In particolare, gli ambiti e i temi professionali tipici dei laureati sono i seguenti:

  • il sistema scolastico e le istituzioni educative per la consulenza e la progettazione di specifiche attività di aggiornamento dei docenti e per attività di orientamento;
  • il tutorato e l’orientamento nel campo educativo, formativo, extrascolastico e per l’insegnamento, con conoscenze negli ambiti disciplinari delle scienze umane e con adeguate competenze e abilità metodologico-didattiche;
  • gli Enti Locali, le imprese culturali di natura pubblica e privata, i servizi educativi del territorio differenziati per soggetti, per età e per bisogni;
  • le politiche, la progettazione e l’animazione delle attività socio-culturali del territorio; la formazione interculturale, la gestione delle relazioni interculturali, la mediazione interculturale nell’ambito dei servizi territoriali di accoglienza ed integrazione degli immigrati, ecc.

Il corso prepara alla professione di:

  • Insegnanti nella formazione professionale
  • Tecnici delle biblioteche

 

CONOSCENZE RICHIESTE PER L’ACCESSO

Per l’iscrizione al corso di Laurea in Scienze dell’educazione e della formazione è richiesto un diploma di scuola secondaria superiore o altro titolo anche conseguito all’estero purchè riconosciuto idoneo in base alla normativa vigente.

Corso Di Laurea Triennale in Scienze Biologiche

L’obiettivo formativo del Corso di Studio è quello di fornire ai laureati triennali conoscenze di base, metodologiche e tecnologiche nei diversi settori delle scienze biologiche con un approccio multidisciplinare. In particolare, le conoscenze e le capacità che vengono acquisite riguardano le basi delle scienze della vita e del funzionamento dei sistemi biologici e le procedure di analisi
biologica, anche strumentale per attività di monitoraggio e controllo in diversi ambiti. Inoltre, le competenze più strettamente biologiche vengono integrate con l’apprendimento di discipline di base di tipo matematico-statistico, fisico e chimico-biochimico essenziali per la comprensione dei fenomeni biologici.

I laureati possono svolgere le proprie funzioni professionali, in ruoli tecnico/analitici coordinati da specialisti ed in équipe multidisciplinari in diversi ambiti di applicazione (biochimico e
biomolecolare, industriale, agro-alimentare e biotecnologico, etc) in strutture quali aziende, enti pubblici e privati, laboratori di analisi, controllo qualità e ricerca. Inoltre, potranno essere
impiegati in servizi di analisi, controllo e gestione in tutti i settori pubblici e privati in cui rientrano le competenze biologiche nell’impiego degli organismi viventi, nel rischio biologico per la salute
umana e la qualità dell’ambiente e negli studi per la valutazione di impatto ambientale. Infine, il laureato può svolgere anche ruoli professionali nel campo della comunicazione scientifica e
dell’editoria in ambito biologico e biomedico. Al compimento degli studi viene conseguita la laurea triennale in Scienze Biologiche. Per il laureato di I livello è prevista l’iscrizione all’Albo B dell’Ordine Nazionale dei Biologi (Biologo-junior), previo superamento di un Esame di Stato.

Con riferimento alle codifiche ISTAT, il CdS prepara alle professioni di:

  • Tecnici di laboratorio biochimico – (3.2.2.3.1)
  • Tecnici dei prodotti alimentari – (3.2.2.3.2)
  • Tecnici di laboratorio veterinario – (3.2.2.3.3)

Corso di Laurea Triennale in Lettere (L-10)

Descrizione

Obiettivi

Il corso di laurea in Lettere si propone come obiettivi specifici quelli di fornire in primo luogo gli strumenti metodologici, critici e disciplinari per la conoscenza della civiltà moderna, dai suoi fondamenti classici e medievali alla sua configurazione contemporanea, attraverso le necessarie conoscenze di ordine linguistico, filologico, teorico, storico, geografico. Privilegiato risulta il patrimonio letterario nella più ampia accezione del termine, e dunque hanno ruolo rilevante, oltre alle discipline letterarie, quelle linguistiche e filologiche, ma intervengono anche discipline affini, come la storia e gli insegnamenti archeologico-artistici. Non si rinunzia a strumenti essenziali del nostro tempo, quali l’informatica elementare applicata e la conoscenza di almeno una lingua di cultura europea. Il percorso formativo prevede l’acquisizione di competenze metodologiche che consentono di leggere e interpretare documenti di tipologia varia (scritti e visivi) in archi cronologici molto ampi, dal mondo antico all’età contemporanea, attraverso corsi di insegnamento, esercitazioni, attività seminariali, organizzazione di stage/tirocini.

Modalità di accesso al corso

Il Corso è ad accesso libero senza test di ammissione, è possibile iscriversi in qualsiasi momento dell’anno. L’Ateneo garantisce allo studente iscritto un servizio di valutazione delle competenze in ingresso, attraverso un test orientativo non selettivo (che può essere svolto anche dopo l’immatricolazione) il cui fine è quello di consentire all’Ateneo di predisporre di idonei percorsi di approfondimento e ripristino delle competenze di base, unitamente a percorsi guidati di inserimento (o reinserimento) nel mondo universitario, con lo scopo di consentire allo studente di affrontare adeguatamente il Corso aumentandone le possibilità di successo.

Modalità d’esame

La verifica degli obiettivi formativi si basa sulle prove di accertamento, intermedie e finali, scritte e/o orali, degli insegnamenti e delle attività integrative nei quali si articola il piano di studi. Gli esami finali di accertamento degli esiti di apprendimento degli studenti e la discussione del lavoro di TESI sono svolti in PRESENZA DELLO STUDENTE davanti alla commissione costituita secondo la normativa vigente in materia.

Esame di laurea

La prova finale potrà consistere:
in una tesina scritta fornita di apparato bibliografico; in un elaborato informatico o audiovisivo su un tema attinente gli ambiti disciplinari costitutivi del corso di laurea; presentazione di un progetto di intervento finalizzato alla promozione e allo sviluppo della lingua e/o cultura italiana in una realtà interculturale.

Sbocchi professionali

Conseguito il diploma di laurea sarà possibile trovare impiego in più settori professionali: si potrà diventare un operatore culturale e dell’informazione oppure dedicarsi all’insegnamento nelle scuole secondarie, previa opportuna formazione realizzata dopo l’acquisizione della laurea, o ancora inserirsi in segmenti di mercato e negli Enti pubblici e privati con particolare riferimento ai settori dell’editoria, della comunicazione e dell’informazione.

Il corso prepara alla professione di:

  • Assistenti di archivio e di biblioteca – (3.3.1.1.2)
  • Tecnici della pubblicità – (3.3.3.6.1)
  • Tecnici delle pubbliche relazioni – (3.3.3.6.2)
  • Insegnanti nella formazione professionale – (3.4.2.2.0)
  • Tecnici dei musei – (3.4.4.2.1)
  • Tecnici delle biblioteche – (3.4.4.2.2)

Corso di Laurea Triennale in Lettere

CORSO DI LAUREA TRIENNALE – LETTERE

Il corso di laurea in Lettere presso la Kore di Enna intende rispondere ad una domanda crescente di formazione in uno degli ambiti caratterizzanti della cultura italiana e internazionale, quale è quello delle letterature, della storia, della filologia, della filosofia e delle arti espressive. Gli studenti che scelgono il corso di Lettere possono optare fra due indirizzi: quello “Antico” oppure l’indirizzo “Moderno” sulla base degli interessi personali e degli sbocchi professionali che essi intendono seguire. L’indirizzo “Moderno” non comprende la Lingua e la letteratura greca ma, naturalmente, assegna uno spazio maggiore alle letterature moderne e contemporanee, sia italiana che straniere. Gli studenti potranno optare per una letteratura e una lingua straniera unitamente alla letteratura italiana lungo l’intero sviluppo storico. L’indirizzo “Antico” è rivolto a chi desidera soddisfare la passione per le lingue e le letterature classiche, unitamente alla storia e all’archeologia dell’intera area del Mediterraneo. Vengono infatti proposte, in opzione, dall’Egittologia all’Assirologia, alle Civiltà Egee, a quelle Fenicio-Puniche e, ovviamente, l’Archeologia classica. Il primo anno del corso di Lettere è simile nei due indirizzi. Pertanto la scelta tra il percorso di Lettere antiche e quello di Lettere moderne va fatta prima della iscrizione al secondo anno del corso di laurea. Il secondo e il terzo anno sono particolarmente ricchi di opzioni. Il piano degli studi di Lettere è infatti molto personalizzabile, sia nell’uno che nell’altro indirizzo. Si può quindi scegliere anche la Storia del Cinema o quella del Teatro, la Critica Letteraria o la Filologia, la Letteratura Latina o quella Greca (solo nell’indirizzo Antico), e così via.

Classe di laurea: L-10
Durata: 3 anni
Titolo richiesto per l’accesso: Diploma di scuola superiore

LETTERE MODERNE

PRIMO ANNO
Linguistica italiana (12 CFU),
Lingua e letteratura latina (12 CFU),
Insegnamento a scelta tra Storia greca e
Storia romana (6 CFU),
Geografia (12 CFU),
Letteratura italiana (12 CFU),
Storia della Filosofia (6 CFU)

SECONDO ANNO
Glottologia e linguistica (12 CFU),
Insegnamento a scelta dello studente tra: Letteratura
latina medievale e umanistica, Filologia romanza, Filologia
germanica (6 CFU),
Insegnamento a scelta dello studente tra: Letteratura di
lingua francese, Letteratura di lingua inglese, Letteratura di
lingua spagnola (9 CFU),
Insegnamento a scelta dello studente tra: Lingua francese
con laboratorio, Lingua inglese con laboratorio Lingua
spagnola con laboratorio (9 CFU),
Letteratura italiana contemporanea (9 CFU),
Insegnamento a scelta dello studente tra: Storia
medievale, Storia moderna, Storia contemporanea (6 CFU),
Insegnamento a scelta dello studente tra: Storia dell’arte
medievale, Storia dell’arte moderna, Storia dell’arte
contemporanea (9 CFU)

TERZO ANNO
Insegnamento a scelta dello studente tra: Storia del Teatro
e Storia del Cinema (6 CFU),
Filologia italiana (6 CFU),
Letterature comparate (12 CFU),
Insegnamento a scelta dello studente tra: Museologia e
critica artistica e del restauro o Archivistica, bibliografia e
biblioteconomia (6 CFU),
A scelta dello studente (12 CFU),
Laboratorio di Lingua inglese (6 CFU),
Laboratori o tirocinio (6 CFU),
Prova finale (6 CFU)

LETTERE ANTICHE

PRIMO ANNO
Linguistica italiana (12 CFU)
Lingua e letteratura latina 1 (12 CFU)
Storia greca (6 CFU)
Storia romana (6 CFU)
Geografia (12 CFU)
Lingua e letteratura greca 1 (12 CFU)

SECONDO ANNO
Glottologia e linguistica (12 CFU)
Filologia classica (6 CFU)
Insegnamento a scelta dello studente tra: Lingua e
letteratura greca 2 o Lingua e letteratura latina 2 (6 CFU)
Insegnamento a scelta dello studente tra: Egittologia, Assiriologia, Civiltà egee, Archeologia fenicio-punica (6CFU)
Archeologia classica (9 CFU)
Storia delle religioni (6 CFU)
Letteratura latina medievale e umanistica (6 CFU)
Insegnamento a scelta dello studente tra: Storia medievale,
Storia moderna o Storia contemporanea (6 CFU)

TERZO ANNO
Archeologia cristiana e medievale (9 CFU)
Metodologia della ricerca archeologica (6 CFU)
Insegnamento a scelta dello studente tra: Filologia italiana o Critica letteraria (6 CFU)
Letteratura italiana (12 CFU)
A scelta dello studente (12 CFU)
Laboratorio di Lingua inglese (6 CFU)
Laboratori o tirocinio (6 CFU)
Prova finale (6 CFU)

CORSO DI LAUREA QUINQUENNALE ABILITANTE IN SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA

Descrizione

Quello di Scienze della Formazione Primaria è un corso di laurea molto speciale, in quanto conferisce, al termine, sia la laurea magistrale che l’abilitazione statale all’insegnamento nelle scuole dell’infanzia e nella scuola primaria. Si tratta di una particolarità riconosciuta soltanto ai laureati in Scienze della Formazione Primaria. Infatti, chi non possiede questa laurea, per ottenere le due abilitazioni deve superare due concorsi abilitanti, con tutte le difficoltà ed i costi che ciò comporta. Il corso prepara alla professione di insegnante e quindi ripercorre i programmi di studio della scuola primaria e dell’infanzia e fornisce le competenze scientifiche e didattiche per svolgere al meglio uno dei mestieri più belli, quale è appunto quello di insegnare ai bambini. Accedendo ai ruoli di insegnante, la laurea consente di partecipare ai concorsi per dirigente scolastico e per diversi altri profili dirigenziali, soprattutto nel campo dell’educazione e della formazione, con riferimento a tutte le età. Sono previste diverse attività di tirocinio e di laboratorio. Data la specificità di questo corso, vi si accede mediante un test di ammissione con posti limitati.

Classe di laurea: LM-85 bis

Durata: 5 anni

Titolo richiesto per l’accesso: Diploma di scuola superiore

PRIMO ANNO

Letteratura italiana contemporanea per la scuola primaria
e dell’infanzia (13 CFU),
Pedagogia generale e sociale (9 CFU),
Letteratura per l’infanzia (9 CFU),
Didattica generale (9 CFU),
Geografia e didattica della geografia (9 CFU),
Psicologia dello sviluppo e dell’educazione (9 CFU),
Laboratorio di lingua inglese per idoneità (liv. A1) (2 CFU)

SECONDO ANNO

Psicologia clinica (8 CFU),
Modelli di Progettazione Didattica e Valutazione (13 CFU),
Linguistica e grammatica italiana (7 CFU),
Didattica della scrittura e della lettura (7 CFU),
Storia della scuola primaria e dell’infanzia (8 CFU),
Tecnologie didattiche (8 CFU)
Laboratorio di tecnologie didattiche (3 CFU)
Laboratorio di lingua inglese per idoneità (liv. A2) (2 CFU),
Tirocinio 1 (4 CFU)

TERZO ANNO

Matematica per la scuola primaria e dell’infanzia (10 CFU),
Didattica della matematica (12 CFU),
Legislazione scolastica (4 CFU),
Didattica delle scienze (13 CFU),
Fisiologia (13 CFU),
Laboratorio di lingua inglese per idoneità (liv. B1) (2 CFU),
Tirocinio 2 (6 CFU)

QUARTO ANNO

Metodi e tecniche delle attività motorie (9 CFU)
Arte e immagine per la scuola primaria e dell’inf. (9 CFU),
Educazione musicale (9 CFU),
Metodologia della ricerca storica ed educazione al
patrimonio culturale (6 CFU),
Sociologia dell’educazione (8 CFU),
Didattica della storia (10 CFU),
Laboratorio di lingua inglese per idoneità (liv. B2) (2 CFU),
Tirocinio 3 (7 CFU)

QUINTO ANNO

Psicologia della disabilità e dell’inclusione (8 CFU),
Pedagogia interculturale (8 CFU),
Didattica dell’italiano lingua prima e seconda (6 CFU),
Pedagogia speciale (10 CFU),
Laboratorio di didattica della lingua inglese (2 CFU),
Attività ed insegnamenti a scelta dello studente (8 CFU),
Prova di certificazione lingua inglese (liv. B2) (2 CFU),
Tirocinio 4 (7 CFU),
Prova finale (9 CFU)

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche

Descrizione

Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze pedagogiche è finalizzato a qualificare e valorizzare professionisti di alto profilo, nelle realtà che richiedono approfondite conoscenze e peculiari sinergiche competenze nell’ambito delle scienze pedagogiche, sociali, psicologiche e giuridiche, per contemperare esigenze riconducibili oltre che agli aspetti formativi anche agli aspetti di ordine psicologico, sociale e giuridico. Questi aspetti, in particolare, sono fondanti per assicurare le funzioni di progettazione, coordinamento, intervento e valutazione pedagogica, in vari contesti sia socio-assistenziali e psico-educativi, sia socio-giuridici. Il Corso di Studio, quindi, riassume le caratteristiche di fondo degli aspetti pedagogici formativi e psicologici curando principalmente l’acquisizione di una comprensione sistematica e criticamente consapevole del sapere pedagogico, che può considerarsi calato – con flessibilità – all’interno dei diversi contesti nei quali oggi si esprime l’intervento formativo di alto livello, professionalmente configurato, come: scolastico, culturale, socio-sanitario, socio-assistenziali, giudiziario, ambientale, dell’integrazione e della cooperazione internazionale. L’attività svolta si caratterizza con un’ottica sistemica e complessa, operando un’attenta analisi del contesto concreto di riferimento, con un ampio e strutturato controllo critico dei saperi formativi, di una ferrata attitudine al confronto e alla collaborazione interdisciplinare. Il Corso di Laurea in Scienze Pedagogiche, inoltre, propone di fornire conoscenze e competenze relative al supporto dell’individuo diversamente abile tenendo conto anche dell’apporto disciplinare bio-psicologico e sociologico, che nel complesso concorrono a definire il profilo professionale.

SBOCCHI OCCUPAZIONALI

Il laureato Magistrale in Scienze pedagogiche è in grado di gestire e coordinare contesti educativi e servizi educativi e di progettare e di svolgere attività educative nei vari servizi. In particolare può svolgere la propria azione all’interno dei servizi e presidi pubblici e privati:

  • servizi extrascolastici per l’infanzia;
  • servizi educativi nelle istituzioni scolastiche;
  • servizi extrascolastici per l’inclusione e la prevenzione del disagio e della dispersione scolastica;
  • servizi per la genitorialità e la famiglia;
  • servizi per il recupero e l’integrazione;
  • servizi di educazione formale e non formale per gli adulti;
  • servizi per anziani e servizi geriatrici;
  • servizi educativi, ludici, artistico espressivi, sportivi, dell’animazione e del tempo libero dalla prima infanzia all’età adulta;
  • servizi di educazione ambientale;
  • servizi per la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio dei beni culturali;
  • servizi educativi nel campo dell’informazione, della comunicazione, della multimedialità, della promozione culturale e della lettura;
  • servizi per lo sviluppo della cooperazione internazionale;
  • servizi educativi nel sistema penitenziario e di risocializzazione dei detenuti;
  • servizi di assistenza ai minori coinvolti nel circuito giudiziario e penitenziario;
  • servizi educativi nei contesti lavorativi, nei servizi di formazione, collocamento.

Inoltre altri impieghi riguardano:

– le strutture di territorio che si occupano di prevenzione e riduzione del disagio sociale in relazione alle differenti fasce d’età (devianza minorile, tossicodipendenza, disturbi fisici e psichici in terza età);

– le istituzioni (pubbliche e private) che si occupano dei problemi legati alle differenze di genere e alle pari opportunità;

– le strutture che operano nell’ambito dei processi di mediazione interculturale;

– le strutture ricreative e culturali del territorio. Infine, altri impieghi possono riguardare:

  • le strutture di territorio che si occupano di prevenzione e riduzione del disagio sociale in relazione alle differenti fasce d’età (devianza minorile, tossicodipendenza, disturbi fisici e psichici in terza età);
  • le istituzioni (pubbliche e private) che si occupano dei problemi legati alle differenze di genere e alle pari opportunità;
  • le strutture che operano nell’ambito dei processi di mediazione interculturale;
  • le strutture ricreative e culturali del territorio.

Corso di Laurea in Scienze Pedagogiche prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

  • Esperti nello studio, nella gestione e nel controllo dei fenomeni sociali – (2.5.3.2.1);
  • Specialisti nell’educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili – (2.6.5.1.0);
  • Esperti della progettazione formativa e curricolare – (2.6.5.3.2);
  • Consiglieri dell’orientamento – (2.6.5.4.0);

MODALITÀ DI AMMISSIONE

L’accesso al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche prevede il possesso della Laurea Triennale nella classe L-19 o nella classe 18 (ex D.M. 509/1999). L’accesso al Corso di Laurea Magistrale può riguardare anche coloro che sono in possesso di laurea triennale in altre classi, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo, o di laurea relativa al previgente ordinamento quadriennale, purché in possesso dei seguenti requisiti curriculari:

• 27 CFU nei seguenti settori: M-PED/01 M-PED/02 M-PED/03 M-PED/04 di cui almeno 18 tra: M-PED/01 M-PED/02 M-PED/04
• 18 CFU nei seguenti settori: 9 CFU M-PSI/01 9 CFU tra M-PSI/02- M-PSI/04- M-PSI/05 -MPSI/06;
• 9 CFU nei seguenti settori: SPS/07 SPS/08 SPS/09 SPS/12.

Eventuali carenze formative, rispetto ai prescritti requisiti curriculari, dovranno essere colmate prima dell’inizio del corso di studio e della verifica della preparazione individuale, in modo da poter seguire con profitto i corsi. Le modalità di ammissione e di verifica dell’adeguatezza della personale preparazione e dei requisiti curriculari che devono essere posseduti per l’ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche, sono stabilite dall’Ateneo, con modalità definite nel Regolamento didattico del corso.

PROVA FINALE

La prova finale consiste nella presentazione e discussione di un progetto originale da svolgersi sotto la guida di un docente relatore, nell’ambito delle discipline facenti parte del corso di laurea Magistrale in Scienze Pedagogiche. Tale prova mira a confermare le competenze acquisite e le abilità comunicative-espositive, l’autonomia di giudizio, la capacità di generalizzare gli apprendimenti, ecc., in funzione della professione. Lo scopo della prova finale, quindi, è quello di verificare, in forma di relazione scritta, l’acquisizione critica dei principali contenuti disciplinari affrontati, per fare emergere le capacità del laureando magistrale di operare una sintesi dei costrutti qualificanti il percorso di studio. Tale capacità mira a confermare con un lavoro conclusivo e personale le abilità comunicative-espositive, l’autonomia di giudizio, la capacità di generalizzare gli apprendimenti e la capacità di progettazione, di pianificazione e di valutazione di interventi socio-educativi e cognitivo-funzionali.